Adolescenza 1. Senza un ordine.

La mia adolescenza è confusa.

Sono sempre stata una persona responsabile. Una a cui dare le chiavi di casa, a cui lasciare il cane.

In realtà mi distruggevo.

La forte emotività ha smesso per qualche anno di assillarmi, sostituita da un sorriso di plastica appiccicato sul viso. Nei giorni più neri, quando l’angoscia era l’unica compagna sposava il coltello, amico di sempre. Tiepida consolazione. Male su male. Ferite su ferite.

In testa c’era una gran confusione di voci, di suoni, a volte di musica.

Un’amica di cui occuparmi, con gli occhi da cane bastonato e tanti problemi, per dimenticare i miei. Una con cui marinare la scuola, per correre a casa a leggere e guardare film. Per sentirsi complete.

Poi il lavoro a sedici anni, ero felice perchè indipendente. E non volevo altro, ed ero stanca e soddisfatta. La mattina a scuola, a desiderare la scuola occupata che mi fruttava quattrini, che mi assicurava l’università. Un lavoro in cui impegnarsi, sfinirsi, per non pensare, mai. Alimentare quel sorriso da paralisi, ferroso e colorato. Chi si ricorda di me in quegli anni mi ricorda felice, solo pochi ricordano che mi distruggevo.

La gente vede quello che vuole, si ferma al sorriso ed evita gli occhi vuoti e lucidi e le cicatrici.

(Almeno lei mi scrutava dentro, e mi faceva compagnia nel buio.)

~ di lasalamandrina su 29 dicembre 2009.

6 Risposte to “Adolescenza 1. Senza un ordine.”

  1. Però sei sempre padrona di te stessa, sai cosa sei e perchè, questo è importante, saper analizzare i propri dissensi.^_^

  2. quanto spesso anche il sorriso che ci disegniamo addosso fa da maschera ai nostri stessi pensieri?!
    in bocca al lupo per la tua tesi! 😉

  3. quanti di noi si stampano addosso il sorriso d’ordinanza e tirano dritti? a volte è questione di sopravvivenza. 🙂

  4. Più che sopravvivenza io direi che è questione di aspettare. Alla fine stamparsi quel sorriso diventa non solo un’abitudine ma un modo per passare oltre , per andare avanti e sperare di trovare quello a cui si va incontro.
    A presto , Marta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: